sfondo4

IL PRIMO LIBRO DI PRATICA OPERATIVA IN MATERIA DI COMMERCIO, ANNONA E IGIENE DEGLI ALIMENTI – Edizione 2017

 

E’ finalmente disponibile il libro “Tutti i controlli negli esercizi commerciali“ Nuova edizione 2017, attualmente l’unica pubblicazione in commercio di pratica operativa in materia commerciale e igienico annonaria.
Il testo non si limita alla sola descrizione delle normative nazionali ed europee entrate in vigore negli ultimi 10 anni, ma, unico nel suo genere, le analizza applicandole al caso concreto.libro in 3d
Vengono infatti descritti i sopralluoghi presso tutte le attività commerciali a posto fisso, come debbono essere effettuati i controlli, cosa controllare, come scoprire eventuali truffe in atto, quali normative applicare e molto altro.
Il libro è destinato a diventare il punto di riferimento per tutti coloro che si occupano di commercio annona e igiene degli alimenti: Forze dell’Ordine, commercialisti, laboratori di igiene privati, uffici commercio comunali, coloro che si apprestano ad affrontare concorsi pubblici nella Polizia Municipale.
Questa versione aggiornata del libro non è distribuita in libreria ed è acquistabile esclusivamente in questo sito.
Versioni disponibili: cartacea, audiolibro, ebook , App per smartphone ANDROID.

 

PER SAPERNE DI PIU’, CLICCA QUI

.

Share

L’UTF va in pensione. Abrogato per i pubblici esercizi l’obbligo della licenza per vendita alcolici

 

Il 29/08/2017 è entrata in vigore la LEGGE 4 agosto 2017, n. 124, avente come oggetto: ” Legge annuale per il mercato e la concorrenza”.
La norma è importante per gli esercizi di somministrazione perché al comma 178 abroga la licenza UTF.
Per chi non lo sapesse, l’UTF è la licenza fiscale che coloro che producono, trasformano e vendono prodotti alcolici hanno (avevano) l’obbligo di chiedere alla Agenzia delle Entrate.

Share

Dal 22 Ottobre 2017 è in vigore il decreto che rende obbligatoria l’indicazione in etichetta dello stabilimento di produzione degli alimenti trasformati preimballati

 

I “prodotti alimentari preimballati” destinati al consumatore finale o alle collettività (ristoranti, mense, scuole, ospedali, Etc.) devono riportare sul preimballaggio o su un’etichetta ad esso apposta l’indicazione della sede dello stabilimento di produzione o, se diverso, di confezionamento, fermo restando quanto disposto dagli articoli 9 e 10 del  regolamento  (UE) n. 1169/2 011.

Share

Funghi tossici. Il comunicato stampa dell’UNPISI

 

E’ recente la triste notizia che due coniugi di Besana Brianza in provincia di Milano hanno
raccolto l’Amanita phalloides per comuni prataioli morto il marito, gravissima la moglie.
Quest’associazione di categoria UNPISI al fine di prevenire gli avvelenamenti da funghi, invita
i raccoglitori a recarsi presso gli Ispettorati Micologici delle Aziende USL per far esaminare tutti i funghi raccolti.

Share

Controlli sugli strumenti di misura. Le nuove regole

 

Il 18 Settembre 2017 è entrato in vigore il Decreto 21 aprile 2017, n. 93, recante “Regolamento recante la disciplina attuativa della normativa sui controlli degli strumenti di misura in servizio e sulla vigilanza sugli strumenti di misura conformi alla normativa nazionale e europea”.

Share

Soppressione del Corpo Forestale dello Stato, un editoriale da leggere

 

Questa estate abbiamo visto l’Italia bruciare, abbiamo letto di elicotteri antincendio della ex Forestale fermi per problemi burocratici quando tutto attorno vi era letteralmente l’inferno.

Abbiamo visto i nostri politici minimizzare o scaricarsi a vicenda le responsabilità, abbiamo visto gli ex forestali arrabbiati, lottare per poter continuare a dare un servizio alla collettività.

Share

Occhio al Food in black – Intervista a Qualitaly Magazine

 

Su “Qualitaly magazine”,  di Agosto-Settembre 2017 è stata pubblicata una mia intervista sulla problematica del pane e della pizza al carbone vegetale. Nonostante la pericolosità di questo alimento, vietato dalla normativa Europea, in Italia c’è ancora un fiorente commercio di queste farine che, come scritto in altri articoli su questo blog, se consumate da chi prende medicine salvavita, ne annullano gli effetti. Oltre a questo pericolo che possiamo definire “immediato, ve ne è un altro ancora più subdolo: la provenienza.

Share

Obbligo di indicare sull’etichetta la provenienza della materia prima di pasta e riso. La solita furbata italiana destinata a finire nel nulla!

 

In data 21 Agosto 2017, sul sito del ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali è stata resa nota, con una discreta enfasi, la notizia della pubblicazione di due decreti  interministeriali che introducono l’obbligo di indicazione dell’origine del riso e del grano per la pasta in etichetta.

Share

Uova al fipronil, i controlli effettuati non sono solo dei Nas

 

Da qualche tempo in Italia c’è l’allarme delle uova al fipronil, un insetticida tossico per l’uomo usato in veterinaria contro i parassiti degli animali domestici, il cui impiego è vietato negli allevamenti di animali della catena alimentare in tutta l’Unione Europea.

Share

E’ entrata in vigore la nuova legge dei compro oro

 

Il 5 Luglio scorso è entrato in vigore il Decreto n. 92/2017 avente come oggetto “Disposizioni per l’esercizio dell’attività di compro oro, in attuazione dell’articolo 15, comma 2, lettera l, della Legge 12 Agosto 2016 n. 170.
L’obiettivo della norma è quello di dettare disposizioni  specifiche  per disciplinare l’attività degli operatori compro oro  al fine di garantire la piena tracciabilità  della  compravendita  e permuta di oggetti preziosi usati e la prevenzione dell’utilizzo  del relativo mercato per finalità  illegali, con specifico riferimento al riciclaggio di  denaro  e  al  reimpiego  di  proventi  di  attività illecite.

Share

Il Presidente del Consiglio Gentiloni ha firmato il CETA. L’economia italiana e il futuro dei cittadini sono stati svenduti per sette miseri denari!

 

Il 24 Maggio 2017, il Consiglio dei Ministri ha approvato il CETA, l’accordo commerciale di libero scambio con il Canada, che segnerà l’inizio della fine della nostra economia.
Come il lettore ricorderà, il Presidente USA Trump, subito dopo il suo insediamento aveva bloccato il Ttip, un trattato di libero scambio Europa – USA, perché favoriva solo le multinazionali e danneggiava le piccole imprese.

Share