sfondo4

Monthly Archives: dicembre 2009

COMMERCIO, ANNONA, IGIENE DEGLI ALIMENTI. CORSO ON LINE INTERATTIVO CON 8 ORE DI VIDEOLEZIONI, MATERIALE DA SCARICARE, QUIZ, AGGIORNAMENTO CONTINUO

logo9perblog.jpg

Diversi visitatori di questo sito già si sono iscritti… tu cosa aspetti?Questo servizio on line ti consentirà di conoscere in maniera approfondita il commercio, l’annona e l’igiene degli alimenti.

Il corso è rivolto principalmente agli operatori della Polizia Municipale, a tutti coloro che si occupano di commercio e a chi si deve preparare per i concorsi pubblici...Per questo motivo il prezzo di adesione è accessibile a tutti.

 

Le cose che cambieranno con la direttiva Bolkestein

blokstain.jpg Per chi sente per la prima volta questo nome, la direttiva Bolkestein è la proposta di direttiva del Parlamento Europeo e del Consiglio dell’Unione Europea relativa ai servizi nel mercato interno, presentata dalla Commissione Europea nel Febbraio 2004 e approvata definitivamente il 12 dicembre 2006 (Direttiva 2006/123/CE). Lo scopo della direttiva è quello di semplificare le procedure amministrative, eliminare l’eccesso di burocrazia e soprattutto evitare le discriminazioni basate sulla nazionalità per coloro che intendono stabilirsi in un altro paese europeo per prestare dei servizi.

 

A proposito di polli cinesi

pollo.jpg Un mio amico mi ha appena spedito un documento fotografico che testimonia come in Cina non si butti via nulla… neanche i polli morti. All’inizio ho pensato ad  una delle classiche bufale che girano in Internet… ma guardando meglio le foto mi sono convinto del contrario.
 

Gli additivi alimentari

additivi.jpg

Con i tempi che corrono ( sarebbe meglio dire “con le contraffazioni che corrono!”) e con le trasmissioni televisive come “Occhio alla spesa” ed altre, che quotidianamente istruiscono i consumatori su come evitare truffe e raggiri da parte dei commercianti, ormai possiamo dire che il cittadino ha imparato come si legge l’etichetta di un prodotto alimentare.

 

Il controllo del peso dei prodotti preconfezionati

etichetta.jpgNegli ultimi tempi, diversi colleghi mi hanno segnalato che nei reparti dell’ortofrutta di molti supermercati le confezioni poste in vendita  contenenti legumi, cereali, funghi secchi, ortaggi, etc, spesso recano  un peso dichiarato che non corrisponde a quello effettivo. A volte il prodotto pesa 100-150 g in più, ma molto spesso pesa diversi grammi in meno.