Category Archives: News

Coronavirus: le soluzioni proposte da medici ed esperti “fuori dal coro”

Il 2020 verrà ricordato da molti come l’anno dell’epidemia, l’anno dei “reclusi in casa”, l’anno in cui abbiamo avuto tutti paura di ammalarci e di morire.
L’anno in cui gli “amici” europei si sono guardati bene dall’ aiutarci, l’anno in cui siamo stati aiutati concretamente dai Cinesi e dai Russi.
Un anno decisamente “strano”, dove nel disperato tentativo di fermare l’epidemia, la popolazione è stata segregata in casa per tanto tempo, con conseguenti danni di equilibrio psichico personale e, soprattutto economici.

 

Una verità scomoda!

Pubblico questo post, che nulla ha a che spartire con i contenuti di questo blog, per informare.
Per fare il lavoro che dovrebbe fare la stampa ufficiale e che invece non sta facendo.
Sono stanco di questo terrorismo psicologico che i media stanno portando avanti, sono stanco di vedere i volti dei miei concittadini terrorizzati.

 

Coronavirus: quando si guarda la pagliuzza e non la trave!

Sono circa 40 anni che mi occupo di controlli commerciali e igienico annonari presso tutte le attività a posto fisso, compresi i pubblici esercizi. Una delle tante cose che ho imparato in tutto questo tempo è che se un pubblico esercizio, ad esempio un bar, non ha i rubinetti del bagno in regola, ovvero con il braccio lungo, a fotocellula o a pedana, non riuscirà mai ad avere il nulla osta sanitario.

 

Dal 1° Aprile 2020 scompariranno dalle confezioni della pasta le indicazioni di origine

E non solo sulla pasta, a meno che il Governo non riesca a correre ai ripari!
Come si ricorderà, i governi Renzi e Gentiloni avevano previsto le misure “sperimentali” di indicazione dell’origine delle materie prime per la pasta e altri prodotti alimentari (riso, latte e prodotti derivati dal pomodoro, come prodotto e come ingrediente contenuto in altri alimenti) in  virtù delle previsioni del Regolamento 1169 del 2011 che concede agli Stati membri la possibilità, qualora ci sia un interesse espresso dai consumatori, di ampliare le informazioni in etichetta.

 

Nuova nota di chiarimenti da parte dell’Agenzia delle Dogane relativamente alla vendita di alcolici

L’Agenzia delle Dogane, con una nota del 18 dicembre 2019, Prot. 220911/RU, ha fornito ulteriori chiarimenti in merito alla reintroduzione dell’obbligo di denuncia e licenza fiscale per gli esercizi di vendita al minuto e di somministrazione di bevande alcoliche.

 

Vendita di prodotti alcolici e licenza fiscale. Obbligo di denuncia entro il 31 Dicembre 2019

Come già accennato in un precedente approfondimento pubblicato su questo blog, a decorrere dal 30 Giugno 2019, per le previsioni dell’articolo 13-bis, introdotto dalla legge n. 58 del 28 giugno 2019, di conversione de D.L. n. 34 del 30 aprile 2019 (c.d. “Decreto crescita”), è stato ripristinato l’originario campo di applicazione dell’art. 29, comma 2, del D.Lgs. n. 504 del 26 ottobre 1995, parzialmente abrogato dall’art. 1, comma 178, della legge n. 124/2017, nell’ agosto 2017.

 

REINTRODUZIONE DELLA LICENZA UTF OBBLIGATORIA PER LA VENDITA DI ALCOLICI

La Legge 58/2019, di conversione del D.L. 34/2019, introducendo l’articolo 13 bis ha reintrodotto la licenza fiscale per la vendita di alcolici anche per gli esercizi che prima ne erano stati esonerati.
Tale obbligo, come si ricorderà, era stato soppresso a partire dal 29 agosto 2017 in virtù della legge n° 124/2017.

 

Proposta di legge 271 della regione Marche avente come oggetto: disposizioni in materia di produzione e vendita di pane e loro valorizzazione. Criticità.

Nei giorni scorsi, sui media, sono comparse alcune interviste di esponenti politici regionali di maggioranza e di opposizione che mostravano la loro contentezza circa l’approvazione di una proposta di legge regionale che disciplina la produzione e la vendita di pane e loro valorizzazione.

 

Stress e infarto, ecco come prevenire e curare con metodi naturali. La mia esperienza.

Sono venti anni che per passione studio medicina alternativa.
Alle medicine allopatiche ho sempre preferito i rimedi naturali fitoterapici e gli integratori della medicina ortomolecolare.
Questa mia passione nel settembre scorso mi ha letteralmente salvato la vita, visto che se mi fossi fidato del parere del cardiologo del pronto soccorso, che diceva che non ero grave, sarei deceduto da lì a pochi giorni.
Dopo che la tempesta era passata , ho pensato di raccontare in un libro la mia esperienza con tutto quello che avevo imparato in 10 anni di ricerche in tema di cardiologia e medicina alternativa, perchè sono convinto di aver scoperto qualcosa di importante, che potrebbe salvare vite umane.

 

Dal 6 Maggio 2019 il REGISTRO PUBBLICO DELLE OPPOSIZIONI è stato esteso anche alla posta cartacea

Sicuramente il lettore saprà cos’è il registro Pubblico delle opposizioni, che ormai da anni tutela il consumatore dalle fastidiose telefonate dei call center, quelle che arrivano sempre verso l’ora dei pasti.

Dall’altra parte del filo ci sono spesso operatori stranieri, che hanno il compito di tentare di convincerci all’acquisto di qualche servizio.