Covid seconda ondata, ecco come ci stanno fregando! Le prove.

Buon senso. E’ forse il dono più importante per chi indossa una divisa. E la prima frase che mi disse un Procuratore della Repubblica della vecchia guardia, per capirci, non come quelli di adesso, ma di quelli che rischiavano la vita ogni giorno.
Per me, alle soglie del pensionamento, avere buon senso non vuol dire disapplicare la legge, ma applicarla “cum grano salis”.
Tra qualche giorno, quando il Governo instaurerà un nuovo lockdown, progettato sicuramente dall’inizio dell’estate, per capirci da quando hanno aumentato in maniera esponenziale i tamponi con l’obiettivo di giustificare questo provvedimento esclusivamente di carattere politico (anche se sulla stampa sostengono che verrà attuato per motivi di prevenzione sanitaria), la polizia locale verrà usata alla stregua di “utile cretino” per costringere alla prigione casalinga la popolazione.

Decisamente mi dà fastidio che la nostra figura venga infangata con questo genere di attività vessatoria nei confronti della popolazione. Attività che se avesse una logica scientifica o una funzione certa sarebbe giustificabile ma che, per quello che sto per dirvi (e documentarvi) non ha nessuna giustificazione, anzi,  ci fa diventare complici di una vera e propria truffa di Stato.
Una truffa  che distruggerà quello che resta della nostra economia, che disgregherà l’unità tra le persone, il nostro senso di appartenenza, il nostro concetto di nazione.
Il Governo è l’artefice di questa truffa!
Voi a questo punto mi direte: Nuciari sei per caso impazzito per scrivere questo?
Io non sono impazzito, io vi porto le prove che l’emergenza che ci stanno descrivendo ogni giorno, con i bollettini di guerra sui giornali e sulle TV di Stato sono inventati o esagerati di sana pianta.
Ogni giorno tutti i media, Governanti compresi, commettono il reato di procurato allarme, perseguibile d’ufficio, con una Procura della Repubblica assente, inesistente.
Si dice “Forti con i deboli e deboli con i forti”!
Ed è questo quello che sta accadendo!

La prova

Ed ora vi dico dove trovare la prova che gli ospedali pieni di covid sono invenzioni di sana pianta.
Prendiamo la Lombardia, la regione che, in teoria, dovrebbe essere messa peggio.
Se provate a scaricare sul cellulare l’app “salutile Pronto soccorso” da Google play, avrete la possibilità di verificare, ora per ora, la situazione dei pronto soccorso lombardi di TUTTI gli ospedali della regione. Questa mattina, 30 Ottobre, alle ore 8,30 erano tutti, ma proprio tutti, praticamente vuoti!
I più grandi avranno avuto al massimo 5-6 persone con codice rosso e una ventina di codici verdi!
PROVARE PER CREDERE!!!!!

Se amate la verità e volete ancora tutelare i vostri concittadini, fate girare questo articolo, scaricate quest’app, fatela vedere a tutti.
Se avete amicizia con qualche Procuratore della Repubblica, magari lombardo, parlategli, fategli vedere l’app, mostrategli gli articoli dei giornali di oggi, mettetelo davanti alle sue responsabilità, visto che il procurato allarme, che sta distruggendo la popolazione italiana, che sta impedendo ai malati di cancro, agli infartuati e alle altre patologie serie di curarsi, è un reato perseguibile d’ufficio.

Piero Nuciari

PS:
Se volete vedere con i vostri occhi la situazione in tempo reale di ogni regione, occorre solo andare su Google Play e cercare “App pronto soccorso”. Vi compariranno le app di ogni regione. Io ne ho scaricate tre per provare, ma la situazione è identica per tutti gli ospedali di tutte le regioni. Non sono sovraffollati!
Ergo, ci stanno raccontando tante balle!

Un ospedale a caso: Il Sacco

Print Friendly, PDF & Email
(Visited 934 times, 1 visits today)
 
Share