Europa: indicazioni obbligatorie sull’etichetta di alcuni prodotti alimentari a seguito della ricodifica di una vecchia direttiva

E’ stata recentemente pubblicata la Direttiva 2008/5/CE, del 30 gennaio 2008, relativa  alla “specificazione” sull’etichetta di alcuni prodotti alimentari di altre indicazioni obbligatorie oltre a quelle già previste dalla direttiva 2000/13/CE.

La nuova norma che per avere attuazione dovrà essere recepita in Italia da una normativa nazionale, obbliga gli stabilimenti ad inserire l’indicazione supplementare “confezionato in atmosfera protettiva” su tutti i prodotti alimentari, inclusi i prodotti della pesca ed acquacoltura, la cui durata viene prolungata grazie a gas d’imballaggio autorizzati ai sensi della direttiva 89/107/CEE ed abroga la direttiva 94/54/CE.

Per i prodotti alimentari che contengono solo edulcoranti è previsto invece l’obbligo di indicare nella denominazione di vendita la dicitura, «con edulcorante/i», mentre per i prodotti che contengono sia zuccheri aggiunti che edulcoranti occorre che sia inserita la dicitura «con zucchero/i e edulcorante/i».
La presenza di aspartame dovrà invece essere segnalata con la dicitura «contengono una fonte di fenilalanina».
Altra indicazione da inserire obbligatoriamente riguarda gli alimenti in cui siano stati incorporati polioli e zuccheri utilizzati per un tenore superiore al 10 % (ad esempio le gomme da masticare);  per questi prodotti dovrà essere inserita sulla confezione l’indicazione: «un consumo eccessivo può provocare effetti lassativi».
Infine, ulteriori indicazioni sono state previste anche per dolciumi o bevande contenenti acido glicirrizico o il suo sale di ammonio in seguito all’aggiunta delle sostanze stesse o di liquirizia (Glycyrrhiza glabra).

Per questo genere di prodotti alimentari vige generalmente l’obbligo dell’indicazione «contiene liquirizia»; se l’acido glicirrizico ha una concentrazione pari o superiore a 100 mg/kg o 10 mg/l, l’indicazione «contiene liquirizia» dovrà essere integrata con «evitare il consumo eccessivo in caso di ipertensione».

Per bevande contenenti acido glicirrizico o il suo sale di ammonio in seguito all’aggiunta delle sostanze stesse o di liquirizia (Glycyrrhiza glabra) – a una concentrazione pari o superiore a 50 mg/l o 300 mg/l per bevande contenenti più di 1,2 % per volume di alcol – l’indicazione obbligatoria prevista dalla Direttiva è «contiene liquirizia – evitare il consumo eccessivo in caso di ipertensione».

                                                                         Piero Nuciari

Print Friendly, PDF & Email
(Visited 249 times, 1 visits today)
 
Share