sfondo4

Indicazioni nutrizionali e sulla salute dei prodotti alimentari. Pubblicato il decreto che stabilisce le sanzioni

Sulla  Gazzetta Ufficiale n. 64 del 17 marzo 2017, è stato pubblicato il Decreto-Legislativo 7 febbraio 2017, n. 27, recante “Disciplina sanzionatoria per la violazione delle disposizioni di cui al regolamento (CE) n. 1924/2006 relativo alle indicazioni nutrizionali e sulla salute fornite sui prodotti alimentari”.

Il decreto, che entrerà in vigore il  1° Aprile 2017,  riguarda la disciplina sanzionatoria per le violazioni al regolamento (CE) n. 1924/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio del 20 dicembre 2006 relativo alle indicazioni nutrizionali e sulla salute fornite sui prodotti alimentari.

Ad una prima lettura del testo, non si può non notare che questa volta il legislatore ci sia andato “con la mano pesante”, considerato l’ammontare delle sanzioni previste per ogni singola violazione.

Sinteticamente possiamo dire che le sanzioni previste dagli articoli dal 3 al 7 riguardano le violazioni dei requisiti generali in materia di indicazioni nutrizionali e sulla salute , mentre gli articoli 7 e 8 contemplano le violazioni degli obblighi specifici  in materia di indicazioni nutrizionali. Le violazioni degli obblighi specifici in materia di indicazioni sulla salute sono invece riportate negli articoli 10 e 11.

Degno di nota è l’articolo 12, che  prevede la sanzione accessoria della chiusura dell’attività fino a un massimo di 20 giorni lavorativi, per la reiterazione specifica delle violazioni previste dal Decreto.

Da evidenziare è anche il contenuto dell’articolo 13  che stabilisce in maniera chiara (finalmente!) quali sono gli organismi preposti al controllo, individuati nel Ministero della Salute, nelle Regioni e nelle Province autonome di Trento e Bolzano, oltre  alle Aziende Sanitarie Locali, secondo gli ambiti di rispettiva competenza.

Tra le figure addette ai controlli, figurano anche gli agenti e gli ufficiali della Polizia Giudiziaria, previsti nel comma 3 del succitato articolo, visto che il legislatore ha espressamente previsto la possibilità di intervento per i controlli di tutte le figure contemplate dall’articolo 13 della Legge 689/81.

Che dire? Finalmente il nostro legislatore ha varato una norma chiara, completa, coinvolgendo nei controlli tutte le figure professionali che operano in campo nazionale e locale per la tutela dei consumatori. Nessuno escluso. Viste le normative varate negli ultimi anni, sistematicamente “aggiustate” a colpi di circolari, possiamo dire che, forse, qualcosa sta cambiando. Speriamo che “il miracolo” continui!

Piero Nuciari www.pieronuciari.it

DECRETO LEGISLATIVO 7 febbraio 2017 n. 27
Print Friendly, PDF & Email
(Visited 572 times, 1 visits today)
 
Share