sfondo4

Le prime denunce e i primi sequestri del pane al carbone vegetale

Un plauso al Corpo Forestale della Puglia che è intervenuto poche ore fa sequestrando pane, focacce e bruschette addizionate con carbone vegetale  (E153) vietato dalla legge, denunciado penalmente i fornai per frode nell’esercizio del commercio.
Finalmente qualcuno si sta muovendo in Italia per far rispettare le leggi in vigore!
Di seguito riporto l’articolo pubblicato su www.rainews.it in data odierna:

“Corpo Forestale della Puglia denuncia 12 panificatori pugliesi.
Truffa alimentare: pane, focaccia e bruschette al carbone vegetale prodotto con colorante E153

Alimenti reclamizzati esaltandone la digeribilità per la loro presunta capacità assorbente erano prodotti con l’aggiunta di un additivo vietato dalla legge. Denunciati 12 panificatori pugliesi

Bari 05 gennaio 2016

Denunciati i titolari di dodici panifici dislocati nelle città di Bari, Andria, Barletta, Foggia, Taranto e Brindisi che producevano e commercializzavano pane, focaccia e bruschette al carbone vegetale. I prodotti venivano reclamizzati esaltandone la digeribilità per la loro presunta capacità assorbente che costituirebbe addirittura un ausilio per i disturbi gastrointestinali. In realtà la preparazione dei prodotti da forno avveniva attraverso l’aggiunta alle ricette classiche del pane e della focaccia del colorante E153 carbone vegetale, procedimento vietato dalla legislazione nazionale e da quella europea. Le normative infatti non consentono l’utilizzo di alcun colorante sia nella produzione di pane e prodotti simili, sia negli ingredienti utilizzati per prepararli: acqua, farina, sale, zucchero, burro e latte. Così gli agenti della Forestale del Comando Regionale per la Puglia e del Coordinamento Territoriale per l’Ambiente di Altamura – Parco Nazionale dell’Alta Murgia, al termine delle indagini, hanno sequestrato il pane e le focacce prodotte con l’aggiunta del colorante E153 carbone vegetale e denunciato i presunti responsabili che dovranno rispondere di frode nell’esercizio del commercio e produzione di alimenti trattati in modo da variarne la composizione naturale con aggiunta di additivi chimici non autorizzati dalla Legge.” (Fonte: www.rainews.it)

Una domanda: visto che il Corpo Forestale dello Stato è l’unica forza di polizia che si è attivata per il rispetto delle legge che vieta l’uso del carbone vegetale nel pane, a tutela della salute dei consumatori, se fosse già stato sciolto ed accorpato nelle altre forze di polizia dove Renzi, grande statista, lo vorrebbe destinare, sarebbe intervenuto qualcun altro a tutelare i consumatori?
Al lettore l’ardua risposta!
…pensar male è peccato, ma quasi sempre ci si azzecca!

Piero Nuciari
www.pieronuciari.it

Print Friendly
(Visited 27.564 times, 1 visits today)
 
cookies

Questo sito usa i cookies esclusivamente per fini statistici.
Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro utilizzo in conformità alla normativa vigente.

chiudi