sfondo4

Scioglimento del Corpo Forestale dello Stato. La verità che i media di regime e i nostri politici non hanno il coraggio di dire. (prima parte)

 

Per gentile concessione della testata giornalistica “Quotidie Magazine – www.quotidiemagazine.it” di seguito potete leggere l’intervista al Dott. Maurizio Cattoi, Dirigente del Corpo Forestale dello Stato e segretario DIRFOR, pubblicata nel numero di Gennaio 2018.

Share

Il gioco d’azzardo e i minori. Modalità di intervento

 

Da alcuni anni lo Stato italiano anziché tutelare le famiglie, come prevede l’articolo 31 della Costituzione, si è trasformato in uno Stato biscazziere.
Il gioco d’azzardo è divenuto una costante in tutti i pubblici esercizi e l’Italia ha raggiunto il non invidiabile record di un milione di ludopatici accertati (più tre milioni a rischio), che costano al Servizio Sanitario Nazionale quasi due miliardi di euro l’anno.

Share

L’UTF va in pensione. Abrogato per i pubblici esercizi l’obbligo della licenza per vendita alcolici

 

Il 29/08/2017 è entrata in vigore la LEGGE 4 agosto 2017, n. 124, avente come oggetto: ” Legge annuale per il mercato e la concorrenza”.
La norma è importante per gli esercizi di somministrazione perché al comma 178 abroga la licenza UTF.
Per chi non lo sapesse, l’UTF è la licenza fiscale che coloro che producono, trasformano e vendono prodotti alcolici hanno (avevano) l’obbligo di chiedere alla Agenzia delle Entrate.

Share

Dal 22 Ottobre 2017 è in vigore il decreto che rende obbligatoria l’indicazione in etichetta dello stabilimento di produzione degli alimenti trasformati preimballati

 

I “prodotti alimentari preimballati” destinati al consumatore finale o alle collettività (ristoranti, mense, scuole, ospedali, Etc.) devono riportare sul preimballaggio o su un’etichetta ad esso apposta l’indicazione della sede dello stabilimento di produzione o, se diverso, di confezionamento, fermo restando quanto disposto dagli articoli 9 e 10 del  regolamento  (UE) n. 1169/2 011.

Share

Funghi tossici. Il comunicato stampa dell’UNPISI

 

E’ recente la triste notizia che due coniugi di Besana Brianza in provincia di Milano hanno
raccolto l’Amanita phalloides per comuni prataioli morto il marito, gravissima la moglie.
Quest’associazione di categoria UNPISI al fine di prevenire gli avvelenamenti da funghi, invita
i raccoglitori a recarsi presso gli Ispettorati Micologici delle Aziende USL per far esaminare tutti i funghi raccolti.

Share

Controlli sugli strumenti di misura. Le nuove regole

 

Il 18 Settembre 2017 è entrato in vigore il Decreto 21 aprile 2017, n. 93, recante “Regolamento recante la disciplina attuativa della normativa sui controlli degli strumenti di misura in servizio e sulla vigilanza sugli strumenti di misura conformi alla normativa nazionale e europea”.

Share

Soppressione del Corpo Forestale dello Stato, un editoriale da leggere

 

Questa estate abbiamo visto l’Italia bruciare, abbiamo letto di elicotteri antincendio della ex Forestale fermi per problemi burocratici quando tutto attorno vi era letteralmente l’inferno.

Abbiamo visto i nostri politici minimizzare o scaricarsi a vicenda le responsabilità, abbiamo visto gli ex forestali arrabbiati, lottare per poter continuare a dare un servizio alla collettività.

Share

Occhio al Food in black – Intervista a Qualitaly Magazine

 

Su “Qualitaly magazine”,  di Agosto-Settembre 2017 è stata pubblicata una mia intervista sulla problematica del pane e della pizza al carbone vegetale. Nonostante la pericolosità di questo alimento, vietato dalla normativa Europea, in Italia c’è ancora un fiorente commercio di queste farine che, come scritto in altri articoli su questo blog, se consumate da chi prende medicine salvavita, ne annullano gli effetti. Oltre a questo pericolo che possiamo definire “immediato, ve ne è un altro ancora più subdolo: la provenienza.

Share

Obbligo di indicare sull’etichetta la provenienza della materia prima di pasta e riso. La solita furbata italiana destinata a finire nel nulla!

 

In data 21 Agosto 2017, sul sito del ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali è stata resa nota, con una discreta enfasi, la notizia della pubblicazione di due decreti  interministeriali che introducono l’obbligo di indicazione dell’origine del riso e del grano per la pasta in etichetta.

Share