Una verità scomoda!

Pubblico questo post, che nulla ha a che spartire con i contenuti di questo blog, per informare.
Per fare il lavoro che dovrebbe fare la stampa ufficiale e che invece non sta facendo.
Sono stanco di questo terrorismo psicologico che i media stanno portando avanti, sono stanco di vedere i volti dei miei concittadini terrorizzati. Ci hanno impaurito a tal punto di farci perdere la nostra umanità, di pensare solo a noi stessi, di denunciare il vicino di casa che magari è sceso davanti alla porta del piano terra per respirare una boccata d’aria pulita!
Stiamo in un clima di dittatura immotivata, ci hanno tolto le nostre libertà fondamentali, con la giustificazione  che questi provvedimenti sono per la tutela della nostra salute.
Voi mi direte: ma ogni giorno è un bollettino di guerra, sono morte e muoiono tantissime persone!
Vero, rispondo io, ma quelle persone sarebbero morte comunque. Ufficialmente l’Istituto Superiore di sanità ha dichiarato che in Italia, fino ad ora, sono morte DI coronavirus 12 persone. Solo 12 persone!

Tutte le altre sono morte CON il coronavirus! E non è la stessa cosa!
Un malato di cancro muore per cancro anche se aveva addosso il coronavirus. La causa di morte è stata il cancro anche se aveva il coronavirus! E’ questo che cercano di non farci capire buttando cifre nel mucchio!
E ci terrorizzano facendoci vedere colonne di camion militari che trasportano bare.

Lo scorso anno ho perso mia suocera per una polmonite. Quando era ricoverata in reparto, il primario mi disse che in venti anni di lavoro in quell’ospedale, non aveva mai visto morire così tanti anziani di polmonite come in quell’anno: 30 anziani!

Stando nella camera mortuaria ho potuto vedere il via vai delle imprese funebri (sembrava il mercato del pesce: chi arrivava e chi partiva!). E non c’era nessuna emergenza!
Nel 2017/18, per influenza, dati ISTAT morirono in Italia, 18.000  persone, in prevalenza anziani (diciottomila! E per complicanze polmonari! E nessuno all’epoca disse nulla!).

Se i media due anni fa avessero scatenato il putiferio attuale, non meno di 75.000 malati con influenza avrebbero intasato le rianimazioni, al ritmo di 750 nuovi ingressi ogni giorno (finora in rianimazione ne abbiamo ricoverati 650 in tutto).
Questi dati confermano che siamo di fronte a una epidemia di panico e che gli untori per eccellenza sono i media.

Ma a quale fine, quale perfido gioco stanno giocando? Chi è che sta muovendo i fili di tutta questa schifosissima storia dove noi siamo le vittime designate?
Chi ha interesse a distruggere la nostra economia e a toglierci la nostra libertà?
E’ forse il terrore che ci hanno inculcato un’arma di DISTRAZIONE di massa per impedirci di vedere qualcosa che stanno facendo e che in condizioni normali contrasteremmo tutti insieme?

Che la gente con complicanze polmonari muore perchè non ci sono i respiratori a sufficienza, o posti letto in ospedale, o infermieri e medici, lo dobbiamo ESCLUSIVAMENTE ai nostri politici, quelli che continuiamo (da idioti!) sistematicamente a votare, che anzichè fare la voce grossa in europa contro la BCE, il fiscal compact , hanno scelto, sempre e tutti, di abbassare la testa e usare la Sanità come bancomat, chiudendo ospedali, dimezzando i posti letto, mettendo il numero chiuso all’università di Medicina, dimezzando i pronto soccorsi, dimezzando il personale ospedaliero.

Dal punto di vista della sanità, venti anni fa eravamo un punto di riferimento per il mondo intero, ora siamo da paese del terzo mondo!
Hanno fermato l’Italia nella speranza di fermare il virus, che nel frattempo sta cambiando, dimostrando che un vaccino è solo un’utopia, una truffa e una grande presa per i fondelli.
E non lo dico io, ma il Dr. Montanari, forse l’unico vero esperto che abbiamo in Italia!

Hanno dato addosso a Panzironi, che nelle trasmissioni televisive sosteneva, contro il parere di tanti pseudo esperti, (naturalmente titolati, ai quali non farei zappare nemmeno il mio orto perchè sicuramente lo danneggerebbero), che per contrastare il virus l’unico modo è integrare con vitamina C  e, soprattutto, con alte dosi di vitamina D3, quando il reparto medico del battaglione dei carabinieri Tuscania, in una circolare, ha disposto per i propri membri di effettuare esattamente questo tipo di integrazione giornaliera per prevenire il coronavirus.

Nessuno dei nostri “esperti”, almeno ritenuti tali dai media (anche se per le castronate che dicono o propongono a mio avviso non lo sono!) hanno mai sostenuto che occorre aumentare le difese immunitarie.

Esiste in realtà un metodo che in 6 giorni riesce a portare le difese immunitarie di un individuo al massimo.
Questo metodo venne messo a punto dal Dr.Claudio Sauro, un medico di medicina generale del Nord Italia, basato sugli studi e le ricerche del Professore brasiliano Cicero Coimbra, che prevede alte dosi di vitamina D3.

Questo dottore aveva messo a punto questo metodo per tentare di ricostruire le difese immunitarie dei malati di cancro allo stato terminale, praticamente in attesa  della morte.
Il suo unico sbaglio è che definì il suo protocollo ” una chemio naturale”!
Ebbe talmente tanti successi nel riportare su le loro difese immunitarie, che pensò bene di rendere pubblici sui social i suoi risultati per consentire ad altri colleghi di replicare le sue esperienze.
Evidenzio che questo medico curava i suoi pazienti gratis. Si, avete letto bene, gratis.

Dopo aver ottenuto in due anni ottimi risultati, venne alla fine denunciato da un collega (non ricordo di quale regione italiana) e deferito all’Ordine dei Medici per la radiazione dall’Albo.
Si presentò con circa 25 persone guarite o rimesse che testimoniarono in suo favore.
Non venne assolto ma condannato a sei mesi di sospensione dall’Albo.

Ecco, questa è l’Italia! Naturalmente in questa vicenda nessuno guardò la legge Bindi del 1998, che consentiva l’operato contestato al medico, nè il reato di abuso di ufficio commesso dall’Ordine dei Medici.
Ripeto, siamo in Italia, un Paese dove, come diceva Giolitti, “La Legge per gli amici si interpreta mentre per i nemici si applica”!

Ma torniamo al protocollo di questo dottore, attuabile da chiunque.
Se digitate su google “dottor sauro terapia anti cancro”, la trovate al terzo risultato.
In pratica per alzare (e di tanto!) le difese immunitarie di un adulto o di un anziano, il dottore prevede di far assumere per bocca al soggetto una fiala di DBase 100.000 ui al giorno, insieme ad un cucchiaino di olio di oliva (fà da vettore) per sei giorni.
Con questa tecnica lui portava le difese di un malato di cancro distrutto dalla chemio da zero o giù di lì a 90/100.
Figuriamoci se questa tecnica venisse adottata per i malati di coronavirus o, addirittura, da tutti i cittadini come prevenzione.
Personalmente io e tutta la mia famiglia, compreso mio padre di 93 anni e mia madre di 88 la teniamo (la vit D3) oltre 90 da 4 anni.

Debbo dire in tutta sincerità che nessuno di noi ha più avuto neanche un raffreddore!
I miei genitori prima si vaccinavano ogni anno per l’influenza ma si ammalavano sistematicamente. Da quando hanno tolto i vaccini sostituendoli con l’integrazione di vitamina D3, non si sono più ammalati.
Occorre quindi lavorare sulla prevenzione e non, come si sta facendo ora, chiudendo le persone in casa.
(Anche perchè, una volta terminata l’emergenza e le persone uscissero dalle loro case, basterebbe un nuovo positivo per ricominciare tutto daccapo, visto che non esiste immunità ai coronavirus!)
Se tutti adottassero questa tecnica utilizzata dal Dr. Sauro, in appena sei giorni avremmo le difese immunitarie alte e sicuramente il virus non riuscirebbe più ad attecchire.

Ma è una soluzione troppo semplice e, soprattutto, troppo economica per chi ci comanda.
Una confezione di Dbase (da sei fiale) da 100.000 ui costa 3-4 euro!
Stiamo usando i farmaci contro l’artrite e nessuno pensa di potenziare il sistema immunitario; non riescono ancora a vedere la persona nel suo insieme ma la guardano ancora “a pezzi”.
Il più grande sbaglio della medicina attuale!

Di seguito potete vedere l’intervista al Dr. Montanari. Forse l’unico vero esperto, insieme alla moglie, la Dr.ssa Gatti, che abbiamo in Italia. Vi consiglio di vederla fino in fondo perchè, credetemi, ci rimarrete male!

Lo studioso smonta il discorso delle mascherine, dimostrando che il virus è talmente piccolo che passa letteralmente dappertutto. Dimostra che coloro che stanno raffreddati e indossano la mascherina, hanno benefici fino a un certo punto, perchè la mascherina andrebbe cambiata ogni tot ore perchè, altrimenti, diventa essa stessa un ricettacolo di virus; smonta la teoria della propagazione attraverso i pipistrelli, spiega la vera causa di questa emergenza che non è quello che pensiamo.
Quest’uomo, insieme alla moglie, la Dott.ssa Gatti studia da 50 anni le nanoparticelle e la sua autorità in materia è riconosciuta a livello mondiale.
Ascoltatelo perchè non deve venderci nulla!
Vuole solo spiegarci come stanno veramente le cose.

SE CONDIVIDETE IL CONTENUTO, FATE GIRARE QUESTO ARTICOLO
Grazie

Piero Nuciari

Il documento dei Carabinieri “Tuscania” sulla raccomandazione di integrazione a contrasto
del coronavirus reperita in internet

Print Friendly, PDF & Email
(Visited 1.121 times, 1 visits today)
 
Share