articoliNewsNovità legislative

DEHORS E STRUTTURE AMOVIBILI – INSTALLAZIONE SENZA AUTORIZZAZIONE FINO AL 31 DICEMBRE 2023

Nei locali pubblici, come ristoranti e bar, i dehors possono essere utilizzati per ampliare lo spazio disponibile per la clientela e consentire ai clienti di consumare cibi e bevande all’aperto. In questo modo, i dehors diventano una vera e propria estensione del locale, offrendo maggiori possibilità di scelta per i clienti e aumentando la capacità di accoglienza.

Possono inoltre  rappresentare un valore aggiunto per i locali pubblici, in quanto offrono un’esperienza d’uso differente rispetto agli spazi interni. L’apertura verso l’esterno permette di godere della vista del paesaggio circostante, di respirare aria fresca e di vivere momenti di convivialità in un’atmosfera più informale e rilassata.

In generale, i dehors possono rappresentare una risorsa preziosa per migliorare la fruibilità degli spazi, ampliare le possibilità di utilizzo e offrire una maggiore qualità dell’esperienza d’uso.
Come si ricorderà la possibilità di disporre di strutture amovibili all’esterno del locale era stata prevista dall’articolo 9-ter, comma 5 del decreto legge n. 137 del 2020, convertito dalla legge n. 176 del 2020, per le misure di distanziamento sociale che tutti ricordiamo.

La bella notizia

L’articolo 1, comma 22-quinquies, della L. n. 14/2023, di conversione del D.L. n. 198/2022 ( “Decreto Milleproroghe”), apportando modifiche all’articolo 40, comma 1, del decreto legge n. 144 del 2022 meglio conosciuto come. “Decreto Aiuti ter” ha concesso una deroga a queste strutture amovibili fino al 31 Dicembre 2023.

In base a tale norma, gli esercenti di attività di ristorazione e somministrazione pasti e bevande, titolari di concessioni o autorizzazioni concernenti l’utilizzo del suolo pubblico, potranno continuare a disporre temporaneamente, senza necessità delle autorizzazione previste dal decreto legislativo n. 42 del 2004, di strutture amovibili in aree di interesse culturale o paesaggistico, fino alla fine dell’anno e non più fino al 30 Giugno 2023 come precedentemente previsto dalla Legge di Bilancio.

Le strutture consentite

Il Decreto Milleproroghe ha previsto la possibilità per gli esercizi pubblici, titolari di concessioni o autorizzazioni concernenti l’utilizzazione del suolo pubblico, di disporre temporaneamente e senza autorizzazioni,  strutture amovibili quali dehors, elementi di arredo urbano, attrezzature, pedane, tavolini, sedute e ombrelloni su vie, piazze, strade e altri spazi aperti di interesse culturale o paesaggistico.

Piero Nuciari

Print Friendly, PDF & Email

Visits: 524

Condividi