articoliNews

Morti improvvise. Forse hanno trovato la soluzione ma i media la tengono nascosta.

Chi frequenta i social non avrà potuto non notare i bollettini di guerra quotidiani relativi a persone, spesso giovani, che muoiono improvvisamente.  Bambini che muoiono di infarto, ischemia, atleti che si schiantano durante le gare o le partite di calcio, medici, forze dell’ordine, soldati, persone piene di salute che all’improvviso muoiono di infarto, ictus  o hanno gravi problemi cardiaci.
Solo uno stupido non riuscirebbe a collegare queste morti al vaccino!

Sul fronte Giudiziario è calma piatta! La nostra Magistratura si è attivata prontamente contro la Ferragni e i suoi panettoni ma sulle morti improvvise le Procure nazionali che hanno aperto un’inchiesta si contano sul palmo di una mano.
Sembra che il problema non le riguardi, anche se risulta che siano morti improvvisamente anche diversi magistrati.
Il popolo italico è ormai diventato un gregge di agnelli sacrificali, in fila disciplinatamente all’ingresso del mattatoio!

Sul fronte politico sta venendo lentamente a galla la verità: i nostri politici che tanto hanno spronato i cittadini a vaccinarsi, arrivando addirittura al ricatto del lavoro, in altissima percentuale non si sono vaccinati, evidentemente perché erano a conoscenza degli eventi avversi.

Vi ricordate Zaia e di come nelle interviste minacciava chi non si voleva vaccinare?
Bene. Lui non si è vaccinato, dice per scelta!
Ed ha avuto pure la faccia tosta di dirlo in pubblico!
Facebook
In sintesi, tutti fanno finta di nulla per esorcizzare quello che potrebbe accadere.
Ma si può vivere così?

Si può vivere “sperando che a me non tocca” oppure è il caso di adottare contromisure per rimettere le cose a posto o quantomeno per limitare i danni?
Io penso che la seconda ipotesi sia la migliore!

Purtroppo gli ultimi due anni abbiamo tutti sperimentato che non si può più contare sulla classe medica, tenuta “per le palle” dall’Ordine dei Medici,  che anziché fare gli interessi della categoria (vero motivo per il quale esiste!), sembra che stia li per mettere sistematicamente i bastoni tra le ruote di coloro che vogliono rispettare il giuramento di Ippocrate, sospendendo o addirittura radiando chi prova a fare il proprio dovere!

Sempre negli ultimi anni abbiamo visto la Stampa asservita al potere, fare da grancassa al sacro siero spandendo terrore in tutte le forme dimostrando di essere anche questa al soldo di chi comanda.
Un tempo esisteva il reato di procurato allarme, ma in questi due anni, sembra che alle Procure non interessi più!  In pratica, leggendo i fatti, è un reato che è stato tacitamente soppresso!

Ma allora, visto che non ci si può più fidare di nessuno, cosa fare per tutelare la salute?
Penso che l’unica soluzione sia quella di informarsi su canali alternativi.
Telegram è uno di questi visto che non vi è censura.
TikTok, nonostante che lo considero un servizio dove circolano video di dementi, ultimamente sta pubblicando video di medici cosiddetti “alternativi” che incuranti delle minacce, stanno cercando di aiutare i danneggiati da vaccino e le persone che si sono vaccinate o per paura o perché costrette dal ricatto del Governo di perdere il posto di lavoro.

In questo articolo farò una sintesi di quello che è stato scoperto e che si può fare per eliminare/limitare i danni reali o potenziali da vaccino.

Per prima cosa dovete controllare il D-Dimero.
E’ un esame del sangue che costa circa 20 euro e che vi consente di vedere se il vostro sangue si sta addensando.
Quando si parla di D-Dimero, ci si riferisce a un frammento proteico (di fibrina), risultato della naturale degradazione dei coaguli presenti nel nostro organismo.
Il valore massimo è 500. Purtroppo se si addensa il sangue la persona  non ha sintomi e se ne accorge alla fine quando sopraggiungono infarti o altro. Il d-Dimero è un ottimo campanello di allarme e soprattutto se si è vaccinati, andrebbe monitorato mensilmente per  minimo un anno.

Pensate a tutti gli incidenti di autisti di pullman avvenuti negli ultimi mesi. Tanti!
Se le loro aziende, che in alcuni casi li hanno obbligati a vaccinarsi commettendo tra l’altro il reato di violenza privata ed estorsione (anche questi reati  – chissà perché –  non vengono visti dalle Procure italiane!), si facessero carico attraverso la medicina del lavoro, di monitorarli mensilmente facendo magari solo questo esame del sangue, salverebbero loro la vita e quella dei trasportati!
In sintesi si gioca di anticipo!

Ma i nostri politici e le grandi menti mediche italiane non sono ancora arrivati a capirlo!
Tempo fa  due persone mi dissero che una lo aveva (il D-dimero) a 8000 e l’altra a 7000.
Se non avessero fatto nulla si sarebbero aggiunte al lungo elenco di deceduti per malori improvvisi.

Invece sono andate dai rispettivi medici che hanno prescritto farmaci anticoagulanti e ora stanno bene.
Tenete conto che qualsiasi medico è in grado di rimettere a posto i valori!
Quindi se lo troverete alto, dovrete solo andare dal vostro medico di famiglia e farvi prescrivere gli anticoagulanti.

Altri esami importanti sono il fibrinogeno , l’omocisteina e la PCR.

Il test del fibrinogeno è un indicatore utile sia per:  valutare la presenza di processi flogistici (infiammatori); determinare un possibile disordine della coagulazione, con episodi di difetto o di eccesso di questo fattore della coagulazione; determinare possibili rischi cardiocircolatori.

L’esame dell’omocisteina è importante perché valori elevati di questo aminoacido (iperomocisteinemia) sono stati messi in relazione ad un aumento del rischio di sviluppare malattie cardiovascolari anche gravi, quali arteriosclerosi, embolia, infarto del miocardio, ictus cerebrale e trombosi.

L’esame della Proteina C Reattiva serve invece a valutare la presenza di un’infiammazione organica.

Sono esami del sangue che se alti oppure se superiori al limite massimo, evidenziano un’infiammazione in corso.

E’ ormai assodato da un paio di anni che nei vaccini, o meglio, nel diluente dei  vaccini era presente il grafene, sostanza non dichiarata nel bugiardino dei sacri sieri.
Il grafene ha la capacità di danneggiare il tessuto endoteliale delle arterie oltre a creare danni in alcune parti dell’organismo.
Il grafene è paragonabile a una limatura di ferro che gira liberamente dentro i vasi sanguigni creando, con lo sfregamento, infiammazione.

Questo è stato accertato dai medici e biologi del gruppo spagnolo “La quinta colomna”.  In seguito l’informazione venne data in Italia dal Biologo Domenico Biscardi.

La buona notizia è che può essere eliminato dall’organismo umano.
I medici de “La quinta columna” trovarono e resero poi nota la soluzione al problema. Scoprirono infatti che il grafene si degrada nell’organismo assumendo ogni giorno, per  cinque sei mesi, 600 mg di NAC  (N-acetilcisteina) che, peraltro è facilmente reperibile su Amazon o in farmacia (Fluimucil).
Questa informazione è stata confermata in Italia dalla Dottoressa Bolgan e dal Dottor CItro.

Altro problema non di poco conto causato dal vaccino è la famosa proteina spike.
Di seguito si riporta una breve descrizione prelevata da un’intervista al Dottor  Mauro Mantovani, immunologo: [omissis] “I ricercatori di Harvard e del MIT (Massachusetts Institute of Technology) hanno individuato la presenza persistente ad alti livelli della proteina Spike libera nel plasma che risulta essere all’origine delle rare miocarditi finora osservate nella fascia d’età compresa fra 12 e 21 anni in seguito alla vaccinazione anti Covid-19 con i vaccini a Rna messaggero (mRna). Non tragga in inganno l’aggettivo “rare”. È la solita foglia di fico messa per anestetizzare le coscienze.” [omissis]

Nota: l’intervista completa è possibile visualizzarla a questo Link: «Vaccino, la protezione è a zero, ma la spike fa danni» – La Nuova Bussola Quotidiana (lanuovabq.it)

E ancora (Sempre il Dottor Mantovani in un’altra intervista:
“Effetti avversi, imputata una spike modificata e resistente

«Dietro gli eventi avversi da vaccino c’è una spike diversa da quella virale, che non c’è in natura ma è più resistente. E rimane nel sangue anche dopo 10 mesi. Così il sistema immunitario continua a produrre anticorpi per un’immunizzazione non neutralizzante, ma che provoca gli eventi avversi». Il bioimmunologo Mauro Mantovani svela alla Bussola la sua scoperta che sarà pubblicata in ottobre: «Secondo i produttori doveva rimanere in corpo massimo 9 giorni, ora la scienza deve spiegare perché la spike da vaccino resta così tanto tempo».
Fonte: Effetti avversi, imputata una spike modificata e resistente – La Nuova Bussola Quotidiana (lanuovabq.it)

Per farla breve, tra i danni più importanti causati da questa proteina, vi è l’abbassamento delle difese immunitarie.  Conosco persone vaccinate che questo inverno si sono ammalate già tre-quattro volte!

Come fare per rimediare?
La buona notizia è che ormai hanno trovato le sostanze naturali in grado di limitare (se non azzerare!) i danni della Spike!
Sono sostanze semplici, acquistabili anche su Amazon e che costano addirittura poco!
Il problema è che queste informazioni vengono censurate sistematicamente dai media servi delle multinazionali farmaceutiche e della politica.
Informazioni del genere, che possono salvare vite, dovrebbero essere stampate a caratteri cubitali su tutti i giornali (visto che vengono finanziati dal Governo con i nostri soldi!). Dovrebbero essere la prima notizia data dai telegiornali (che invece parlano esclusivamente della Ferragni e del suo panettone! Sic!)!
E invece nulla!

Sui social, ad eccezione di Telegram e TikTok, vengono sistematicamente censurate dai fact checkers di Mentana, che dall’alto del suo diploma di scuola media superiore (non è nemmeno laureato!) si arroga il diritto di censurare gli studi e le scoperte di eminenti scienziati!
Uno di questi, un cardiologo- epidemiologo americano di fama mondiale, il Dr. Peter MCCULLOUGH,  ha scoperto che si può contrastare gli effetti della proteina Spike, degradandola,  assumendo giornalmente : nattochinasi (2000 unità al giorno), bromelina ( 500 mg al giorno), curcumina liposomiale (500 mg due volte al giorno).
Nota: la versione liposomiale serve per un migliore  l’assorbimento della sostanza.

Questo il link su TikTok : Cerca ‘proteina spike MCCULLOUGH’ su TikTok | Ricerca TikTok
Questo il link su facebook con i sottotitoli in Italiano : Facebook
Naturalmente in Italia nessuno ne ha parlato!
I media perché altrimenti perderebbero i finanziamenti statali e quelli delle multinazionali, i medici per paura del loro Ordine!

Questa signori è l’Italia, un tempo Patria della Democrazia ed ora, a causa dei politici al soldo dei potenti, una dittatura mascherata da Repubblica democratica dove la vita dei cittadini non conta più nulla!

Un’ultima cosa relativa alle difese immunitarie.
In questi due anni ho letto tantissime interviste dei pochi medici “alternativi” che curavano (e curano) persone con eventi avversi da vaccino.
Praticamente tutti evidenziavano le difese immunitarie a terra, come se il sistema immunitario fosse andato in stand by!
Tutti i vaccinati avevano una Vitamina D3 bassa. Molto bassa.
Non ho potuto non notarlo!
Se siete vaccinati, provate a fare l’esame del sangue; vedrete che anche voi l’avete bassa.

E’ fondamentale alzarla e, se possibile, velocemente.
Sui social ci sono dei medici esperti di questa sostanza: il Dottor Orlandini di Firenze, il Dottor Citro, il Dottor Prinzi e il Dottor Claudio Sauro.
Tutti sfatano la leggenda metropolitana che una D3 alta è pericolosa perché calcificherebbe le arterie.

A mio avviso i medici che sostengono questa tesi dovrebbero studiare un pelettino prima di pronunciare queste “minchiate”!

Visto che la medicina ortomolecolare non si studia all’università di medicina, evidentemente parlano per sentito dire di una cosa che non conoscono.

Personalmente io e la mia famiglia da circa 8-10 anni teniamo la D3 attorno al valore 160.
Il Dottor Citro, in una intervista in TV ha dichiarato di tenerla addirittura a 300!
Sotto covid andai a casa di un collega al quale era deceduto il padre e per circa un’ora parlai con lui a una distanza di ½ metro e senza mascherina. Il collega il giorno dopo si ammalò di covid, io niente!
E potrei portare tanti esempi di gente che ha valori alti di D3 e che non si ammala!

Quindi, come dicono i medici sopra elencati, provate a portarla oltre 100. Per farlo velocemente, il Dottor Claudio Sauro, uno dei medici che seguo e che stimo di più, consigliava ai suoi pazienti oncologici in un suo protocollo, di acquistare una confezione di vitamina D3 in fiale da 100.000 ui (DBase). Ne sono sei.
Si prende una fiala (anche se è iniettabile si può mangiare) si versa il contenuto su una mollica di pane, si aggiunge un cucchiaino di olio di oliva e si mangia una volta al giorno.
Se si è fortunati al sesto giorno di può arrivare a valori attorno a 50-60. Dopo di che, seguendo il consiglio del Dottor Orlandini, si acquista in farmacia Olea D3 Plus e si assumono 5 gocce al di (circa 10000 ui di D3 che è la dose fisiologica che il nostro organismo produce in estate nelle ore più calde se si è esposti al sole).

Se uno invece vuole superare il valore di 100, acquista due confezioni di fiale di dbase da 100.000 ui.
Se non si ha dimestichezza con le fiale, un’alternativa è acquistare in farmacia  Olea D3 Plus e assumere 50 gocce al di che corrispondono a 100.000 ui (lo stesso valore della fiala di DBase). Questo per sei-sette giorni e poi passare a cinque gocce al giorno.
Pericoli non ce ne sono come, dichiarato e provato dagli esperti che ho elencato.
Addirittura una prova che non è pericoloso l’ho pubblicata su un libro che ho scritto qualche anno fa e che aggiorno di continuo “Come sono riuscito a guarire il cuore dopo un infarto e tornare a vivere una vita perfettamente normale” dove mostro il risultato della mia angiotac dove si vede chiaramente che non ho la minima traccia di calcio nelle arterie cardiache dopo quasi un decennio in cui mantengo la d3 attorno al valore di 160.

Se ritenete importante quanto ho scritto, vi chiedo la cortesia di condividerlo dove potete. Più condivisioni verranno fatte e più possibilità avremo di SALVARE VITE!
Penso che sia un dovere di tutti aiutare il prossimo in questo momento difficile della nostra Nazione.
Dobbiamo aiutarci da soli visto che “Loro” non ci aiuteranno!
Con il periodo Covid la nostra società ha raschiato il fondo ed ora, inevitabilmente, si dovrà risalire.
La solidarietà tra individui dovrà essere la nuova base della nostra nazione!
SALVIAMO VITE! Cerchiamo di fermare questa mattanza di Stato!

Piero Nuciari

Print Friendly, PDF & Email

Views: 2013

Condividi