Vaiolo delle scimmie: quando la cura viene autorizzata prima della scoperta della malattia. La Magistratura, naturalmente, tace.

Già agli inizi del 2020 il buon Bill Gates, durante un’intervista concessa assieme alla moglie, sogghignò dicendo che il prossimo virus l’avremmo sentito.
Con lo stesso copione del covid19 il filantropo e i suoi compari avevano fatto un’esercitazione in tempi non sospetti (diversi mesi fa!) dove il pericolo era (ma guarda un po’!) il virus del vaiolo delle scimmie fatto girare con un attacco terroristico negli aeroporti.

In varie interviste di diversi mesi fa, anticipava addirittura che i contagi sarebbero iniziati a livello mondiale a Maggio 2022. (cosa che si è realmente verificata  manco avesse la sfera di vetro!).
Ma la ciliegina sulla torta è l’AIFA che ha autorizza il 25 Marzo 2022  un farmaco per la cura di una malattia (il vaiolo) eradicata a livello mondiale nel 1979!

E’ incredibile la tempistica! Per approvare un farmaco occorrono anni di sperimentazione prima di passare alla fase della somministrazione.
Se il Vaiolo (della scimmia o del maiale o del coniglio…scegliete voi…tanto è sempre e solo una grande presa per i fondelli!) è stato scoperto nel mese di Maggio 2022, come hanno fatto i laboratori delle multinazionali farmaceutiche a creare l’antidoto prima che la malattia si manifestasse?

Siamo arrivati al punto che sfornano farmaci prima che si scopra la malattia!

E la domanda che sorge spontanea è: ma se il vaiolo è sparito dalla faccia della terra nel 1979, come hanno fatto a trovare campioni umani sui quali sperimentare l’ennesimo vaccino per una malattia che sarebbe uscita fuori anni dopo?
Nel titolo di questo articolo ho scritto…Ma la Magistratura, naturalmente, tace.

Se la magistratura avesse fatto il proprio dovere nei  due anni di psicopandemia, a quest’ora tante persone sarebbero ancora in vita, tanta agente non avrebbe perso il lavoro, migliaia di persone non sarebbero decedute “di non correlazione” e, soprattutto, non ci sarebbe stato il lavaggio del cervello da parte dei media e della politica.

Se la Magistratura fosse stata quella di trenta anni fa, parecchi politici sarebbero finiti in galera, insieme agli pseudo virologi televisivi che per ben due anni, impuniti, hanno commesso quotidianamente il reato di procurato allarme.
Sarebbero finiti davanti al giudice tanti Ufficiali delle varie Forze di Polizia, colpevoli di aver costretto i loro sottoposti alla vaccinazione obbligatoria pena la perdita del posto di lavoro.

L’articolo 26 della costituzione e l’articolo 51 del codice penale parlano chiaro, potevano evitare di obbedire visto che proprio l’articolo 51 Cp dice che il pubblico ufficiale non deve dare seguito a ordini che violano il codice penale (https://www.brocardi.it/codice-penale/libro-primo/titolo-iii/capo-i/art51.html).
Nel nostro caso i reati commessi sembrerebbero due: violenza privata ed estorsione.

Ora se li commette un mafioso o un Ufficiale della PG, sempre reato è!
Di seguito trovate il video di una ragazza con gli attributi che spiega nel dettaglio quello che ha fatto l’AIFA, i riferimenti di legge e tante altre cose che ho riassunto per sommi capi all’inizio dell’articolo.

ASCOLTATELA E FATE GIRARE. FORSE SIAMO ANCORA IN TEMPO PER SALVARE VITE!
Può darsi che questa volta i cittadini non verranno presi alla sprovvista, ma anzi si incazzeranno sentendosi presi per i fondelli dopo tutto quello che hanno subito negli ultimi due anni!
Può darsi che qualche magistrato con la voglia di lavorare (in questo momento merce rara) si faccia vivo  e possa aprire un’indagine sull’AIFA e sulle tante cose che non tornano.

Può darsi che qualche politico inizi a sentire il fiato sul collo dei magistrati (sempre se riusciremo a trovarli!) e la pianti di vessare i cittadini.
MA LA COSA CHE TUTTI POSSIAMO FARE E’ INFORMARE, FAR GIRARE LA NOTIZIA PER FARE IN MODO DI INFORMARE PIU’ GENTE POSSIBILE COSI’ DA EVITARE CHE INNOCENTI FACCIANO DA CAVIA PER L’ENNESIMA VOLTA METTENDO A REPENTAGLIO LA PROPRIA SALUTE, LA PROPRIA VITA E IL FUTURO DELLE PROPRIE FAMIGLIE.
Ormai abbiamo capito tutti che la politica nazionale non è più al servizio del Paese, che i vari ministri eseguono ordini di burattinai.
Se ci salveremo, ci salveremo da soli!

Piero Nuciari

Link del video:
https://drive.google.com/file/d/1KA2gxMh_HDD0y14c_bkXL3pdGBWZRFsK/view?usp=sharing

Print Friendly, PDF & Email
(Visited 28 times, 1 visits today)
Condividi